Tutto ciò che si può realizzare c con un pizzico di creatività e manualità quanto basta.
" Il Dolce Mondo di RI.tor.TA " !!!!

Frittelle di pane





Quando ho letto su Dolci a Go Go del contest di Fabiana " Un gioiello nel piatto", mi sono detta : "ma è proprio fatto per me"...
Invece quando è stato il momento di decidere quale gioiello mostrare sono cominciati i dubbi.
Il fatto è che io non ho un gioiello in particolare dal quale non mi staccherei mai , perchè facendoli io stessa ne ho vari e li cambio sempre.
Il fatto è che questo è stato il mio lavoro, al quale ho dedicato tanto tempo e passione.
Quindi quando proggettavo e costruivo un monile per me, era quello che mi piaceva di più in assoluto e non l'avrei dato via per niente al mondo.
Ci sono alcuni che non metto da anni ,ma quando li prendo in mano suscitano in me ricordi e emozioni sempre vivi.

Quello che ho scelto ha un significato particolare.
Esprime il mio amore per le civiltà precolombiane ,maya e azteche , infatti l'ho trovato su un libro con disegni di queste civiltà, non era specificato ciò che rappresentasse, ma è di certo un'amuleto columbiano .
Rappresenta l'unione di due tecniche orafe : la lavorazione a cera persa, fatta da me e la lavorazione a banchetto direttamente sul metallo fatta dalla mia amica con cui lavoravo . Rappresenta l'unione di due metalli poco preziosi ma carichi di energie positive e colori contrastanti quali l'argento e il rame.
E il ricordo di quell 'amicizia che si è consolidata col passare degli anni , più di venti, e anche se non ci si vede più tanto spesso è evidente che un filo invisibile e sottilissimo ancora ci unisce, e questo tra tutti i gioielli e monili fatti in collaborazione è quello che me lo ricorda di più.
Forse perchè anche lei ne ha uno molto simile.





E per il dolce in questione è stato più facile.

Mi sono venute in mente subito queste frittelle che facevano , sia mia nonna che mia madre.
Entrambe non erano tanto portate per i dolci ma queste gli venivano proprio buone.
Si rifanno alla tradizione contadina dell'alto Lazio dove non si buttava niente.
Con il pane secco, oltre a darlo alle galline preparavano un ottimo "pancotto con la ricotta ."
Anzi devo chedere a mia madre di prepararmelo al più presto visto che sono anni che non lo mangio.
E queste frittelle dolci.



Ingredienti:


150 gr.pane raffermo
1/2 litro di latte o acqua
1 uovo
60 gr di zucchero
100 gr farina un cucchiaino lievito per dolci
60 gr uva sultania

Per quanto riguarda l'uvetta si può abbinare anche altra frutta secca a pezzettini (mandorle ,pinoli, noci...). L'uvetta va messa a bagno in un bicchierino di rum.
Intanto far cuocere il pane nel latte o nell'acqua per pochi minuti finchè si è ammorbidito tutto.
Scolarlo e strizzarlo un pò.
Metterlo in una ciotola dove aggiungeremo lo zucchero, l'uovo e lafarina setacciata con il lievito.
A piacere si può aggiungere cannella o buccia grattugiata di limone o addirittura del cacao.
Girare con la frusta a mano finchè sia tutto amalgamato.
In fine aggiungere l'uvetta srizzata e asciugata.

Preparare una padella con dell'olio di semi di girasole e friggere versando delle cucchiaiate di impasto.
Quando vediamo le frittele sono ben dorate toglierle dal fuoco e scolarle dall'olio su carta assorbente poi rotolarle nello zucchero semolato.

Come tutti i fritti , calde sono buonissime ma anche fredde hanno il loro perchè.





Una variante molto buona è fare con questo impasto una tortina.
Imburrare e cospargere con del pan grattato una teglia bassa.
Versarvi il composto livellare con una spatola e cospargere la superficie con abbondante zucchero semolato.
Cuocere in forno caldo a 180° per 30-35 minuti.


Il punto di unione tra questo gioiello e le frittelle è il mio gusto per le cose semplici e la tradizione e il ricordo di due persone a me molto care.

Con questa ricetta partecipo al contest


Certo è stato il post più lungo fino ad ora non ho mai "chiacchierato" così tanto.

Ma il succo del contest è proprio questo : conoscerci un pò di più...



4 commenti:

  1. Grazie mille per aver partecipato.. Sono contenta che tu abbia condiviso con noi i tuoi pensieri e sentimenti.. I legami che durano al di la del tempo sono
    un bene prezioso... In bocca al lupo

    RispondiElimina
  2. Che bel post pieno di sentimento, di amicizia e di emozioni positive.
    Quanti ricordi può suscitare un oggetto fatto insieme ad una persona con la quale si sono condivisi momenti ed esperienze interessanti.
    In bocca al lupo per il tuo concorso, le frittelle sono proprio invitanti.
    Grazie per la stima che sempre ci dimostri.
    Buona domenica, Rosi

    RispondiElimina
  3. Non sò cosa mi sia succeso in verità, io con le parole non ci faccio tanto ma il contest di Fabiana ha innestato la miccia giusta.
    Un'abbraccio a tutte e due!!!!!!

    RispondiElimina
  4. cosa ti è successo??????I sentimenti forti e le esperienze che segnano una vita non si dimenticano e ...quindi non è difficile esprimere a parole quello che abbiamo dentro!!!!!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono sempre graditi basta che siano pertinenti e di buon gusto soprattutto comprensibili .